On. Latronico (Cor) su Valorizzazione Magna Grecia

“La Magna Grecia, a partire dai Comuni del Metapontino, può rappresentare un distretto culturale di prima grandezza da proporre, insieme a Matera, Capitale Europea della Cultura, al mondo intero. Le emergenze culturali ed ambientali  presenti nel Metapontino devono entrare in maniera  sistemica nelle corde della programmazione regionale, nazionale ed europea. Vanno studiate e progettate iniziative di recupero dei beni culturali disseminati nella costa ionica, insieme a modelli di gestione sostenibili ed efficaci dal punto di vista economico. L'idea di istituire un ‘parco della magna Grecia’, intende alimentare questa dinamica e questa sensibilità per coinvolgere, prima  ancora della sua istituzionalizzazione, una modalità operativa e creativa tra soggetti pubblici e privati”. Lo ha dichiarato l’on. Cosimo Latronico (Cor). “Investire in cultura è una modalità vincente per promuovere sensibilità  e territorio come dimostrano tante nuove e belle esperienze  in tante parti del paese. Il brand della magna Grecia insieme a quello di Matera può destare interessi e progetti di valorizzazione delle vocazioni dei terrori interessati. Il dialogo che l’associazione ‘Terre Joniche/Magna Grecia’ ha promosso a Marina di Nova Siri  domani sera va in questa direzione: valorizzare luoghi e memoria per realizzare  un distretto culturale che si possa imporre nelle decisioni dei programmatori pubblici  e nelle scelte degli investitori privati. Ci sono potenzialità inespresse e capacità di attrazione straordinaria per attivare dinamiche di sviluppo sul territorio del Metapontino partendo dalla valorizzazione della sua storia  millenaria. In questa prospettiva   si muove il progetto che si sta redigendo tra il Comune di Matera e quelli della Costa Ionica lucana che sarà candidato al Ministro per i Beni culturali nel prossimo mese di settembre. Una prima importante esperienza di collaborazione per mettere a fattore comune i beni culturali ed ambientali e farne una leva di sviluppo”.

Potenza, 31 Luglio  2016