Comunicati

On. Latronico (FI) su fondo pro zone alluvionate

“Al fine di favorire interventi di ricostruzione e di ripristino della viabilità interrotta o danneggiata per gli eventi  alluvionali che hanno colpito la regione Basilicata nel mese di Dicembre 2013, sono assegnate alla regione risorse pari a 50 milioni di euro per il prossimo quinquennio a valere sulle risorse del fondo per lo sviluppo e la coesione relative alla programmazione nazionale 2014/2020”. E’ il contenuto di due emendamenti presentati dall’on. Cosimo Latronico (FI), componente della Commissione Bilancio della Camera.

On. Latronico su presentazione Forza Italia

“Chi ha lavorato ossessivamente per l’estromissione del presidente Berlusconi dal Parlamento, applicando norme controverse, è responsabile della fine delle larghe intese che avevano lo scopo di una pacificazione nazionale; chi continua a proporre misure economiche che proseguono l’austerità oppressiva che ha sfiancato il Paese tradisce il mandato che aveva ricevuto il governo Letta; chi dovesse continuare a dare  fiducia a questo stato di cose tradisce il mandato che ci avevano assegnato gli elettori di centro destra”. Lo ha dichiarato l’on.

On. Latronico (Fl) su danni maltempo Basilicata

“Ho presentato una interrogazione parlamentare urgente per chiedere al governo di mettere in campo tutte le iniziative utili per fronteggiare i danni prodotti dalle alluvioni nei comuni del Metapontino, sia alle strutture private che alle infrastrutture ( strade, ponti, canali, spiagge ) da ultimo la frana di Montescaglioso che ha travolto la strada di accesso alla città, diverse abitazioni oltre che impianti produttivo e commerciali”. E’ quanto fa sapere l’on.

On. Latronico (Fl) su emergenza maltempo

“La più totale solidarietà alle popolazioni vittime dell’ennesimo  nubifragio”. E’ quanto fa sapere l’on. Cosimo Latronico (FI),   costantemente in contatto con i sindaci del materano e con il consigliere regionale Paolo Castelluccio. “Oltre alla vicinanza alle popolazioni, assicuro tutte le opportune iniziative parlamentari per risolvere le emergenze ed affrontare i nodi strutturali ancora una volta emersi dalla calamità”.

Pagine