on. Latronico (DI) su Pertusillo

On. Latronico (DI) su Pertusillo

“Le rassicurazioni del ministro dell’Ambiente, Gina Luca Galletti, non sono sufficienti perché i controlli episodici non soddisfano l’esigenza di un monitoraggio sistematico sulle matrici a partire dall'acqua e perché le garanzie offerte  al momento dall'Agenzia  regionale per la protezione ambientale  di Basilicata non sono in grado, per comune ammissione, di attendere da sola ai compiti derivanti dal controllo del più grande centro petrolifero d'Europa”. Lo ha dichiarato l’on.

On. Latronico (DI) su Pertusillo

“E’ in programma domani pomeriggio il question time alla Camera nel corso del quale il Ministro delle Infrastrutture risponderà alla nostra interrogazione sull’inquinamento della diga del Pertusillo”. Lo ha annunciato l’on. Cosimo Latronico (DI). “Al Ministro abbiamo chiesto quali  iniziative intenda adottare per accertarne, in particolare evidenziando il reale stato qualitativo dell'acqua dell'invaso del Pertusillo al fine di prevenire il rischio di danno ambientale, anche valutando la predisposizione di strumenti normativi volti alla revisione della disciplina vigente.

on. Latronico (DI) su Pertusillo

“In linea con quanto già fatto  nell’interrogazione a mia firma e di altri colleghi a fine febbraio, chiediamo al Governo di intervenire per chiarire quali iniziative si intendono assumere per accertare il reale stato di salubrità delle acque della diga  del Pertusillo”. Lo ha dichiarato intervenendo in aula, l’on. Cosimo Latronico (DI). “Si tratta di un bacino con milioni di  metri cubi  di acqua che alimentano milioni di abitanti della Puglia e della Basilicata e che sorge a ridosso del centro oli Eni di Viggiano, il centro petrolifero più grande d'Europa.

On. Latronico (DI) su Pertusillo

“La vicenda del lago del Pertusillo richiama in campo le opportune conclusioni della commissione parlamentare sul ciclo dei rifiuti che analizzando il caso Val d'Agri osserva la asimmetria tra gli oneri derivanti dalla presenza del più grande impianto petrolifero d'Europa  e gli inadeguati strumenti di monitoraggio  e di controllo assegnati ai poteri regionali. Una asimmetria che non ci convince e che e' causa dei problemi del momento”. Lo ha dichiarato l’on. Cosimo Latronico (DI) partecipando ad una iniziativa a Spinoso.

Abbonamento a RSS - on. Latronico (DI) su Pertusillo